AFRODITE – VENERE

La spuma bianca del mare accarezza le sponde di isole greche, e ridenti si fanno quelle al sorriso della dea, come Foscolo ci racconta con un’immagine che resta nell’anima, consapevoli che è la bellezza e la grandezza della forza dell’amore che crea ogni cosa. La bellezza ingentilisce i cuori e Afrodite, la dea che è bella, tanto da vincere l’agone con Hera e Athena, questo fa, ma non solo. L’amore non è sempre un gentile venticello, è una violenta tempesta che travolge, è crudele passione e pacifico affetto: tutto cade sotto il suo potere. Uomini e animali, ma anche, e per gli uomini soprattutto, la natura. Fiori e frutti rinascono al sorriso della dea, che in origine, nei tempi arcaici che precedono la classicità, era una Grande Madre, una Potnia Theron, signora degli animali. La sopravvivenza di questa grave e nobile dea antica si ritrova nelle prime raffigurazioni della dea, severa e compresa della sua forza e della sua responsabilità. Solo in seguito sarà visto con le forme morbide dell’etera Frine, la più bella di tutte. Ma a Roma Venere è dea di Stato, madre di Enea, progenitrice della gens Julia, amata e riverita nei Larari familiari, vicina agli uomini pur se grande e lontana tra gli dei.

8,00

21 disponibili

COD: 119 Categorie: ,

La spuma bianca del mare accarezza le sponde di isole greche, e ridenti si fanno quelle al sorriso della dea, come Foscolo ci racconta con un’immagine che resta nell’anima, consapevoli che è la bellezza e la grandezza della forza dell’amore che crea ogni cosa. La bellezza ingentilisce i cuori e Afrodite, la dea che è bella, tanto da vincere l’agone con Hera e Athena, questo fa, ma non solo. L’amore non è sempre un gentile venticello, è una violenta tempesta che travolge, è crudele passione e pacifico affetto: tutto cade sotto il suo potere. Uomini e animali, ma anche, e per gli uomini soprattutto, la natura. Fiori e frutti rinascono al sorriso della dea, che in origine, nei tempi arcaici che precedono la classicità, era una Grande Madre, una Potnia Theron, signora degli animali. La sopravvivenza di questa grave e nobile dea antica si ritrova nelle prime raffigurazioni della dea, severa e compresa della sua forza e della sua responsabilità. Solo in seguito sarà visto con le forme morbide dell’etera Frine, la più bella di tutte. Ma a Roma Venere è dea di Stato, madre di Enea, progenitrice della gens Julia, amata e riverita nei Larari familiari, vicina agli uomini pur se grande e lontana tra gli dei.

Peso 0,150 kg
Dimensioni 21 × 14 × 0,60 cm
ISBN

Storia Antica

Pagine

Lingua

Autore

Copertina

Rilegatura

Anno di pubblicazione

Casa Editrice

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “AFRODITE – VENERE”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri titoli