Poseidone – Nettuno

Le tavolette di argilla in scrittura Lineare B di Pilo raccontano una storia particolare: agli inizi Poseidone era considerato il dio più potente e venerato del Pantheon. Era il più invocato, e del suo nome si conosceva una versione femminile, forse la sua compagna, che poi nel tempo svanì dalla memoria e dalla venerazione. Il dio è legato a Demetra, nelle tavolette di Pilo, vengono associati nelle invocazioni, distribuiva la terra e i privilegi. Era il padre, là dove Demetra era la madre. A Cnosso Poseidone è lo scuotitore delle terre, e da lui vengono i terremoti, fenomeno preoccupante per Creta e per il suo popolo, che devono la loro disgrazia proprio a seguito di quelli. In quanto dio delle acque è lo sposo della terra, che rende feconda. Solo più tardi sarà legato indissolubilmente, come è nel nostro attuale immaginario, al mare, forse perché i Greci solo più tardi abbandonarono il loro essere continentali per affrontare le onde marine, i cavalloni. Termine quanto mai appropriato per un dio che viene forse dai popoli indoeuropei, lontani dal mare, che lo consideravano un dio-cavallo.

8,00

22 disponibili

COD: 123 Categorie: ,

Collana “Le Divinità” di Giuliana Borghesani.

Peso 0.150 kg
Dimensioni 21 × 14 × 0.60 cm
ISBN

Storia Antica

Pagine

Lingua

Autore

Copertina

Rilegatura

Anno di pubblicazione

Casa Editrice

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Poseidone – Nettuno”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri titoli