Artemide – Diana

Dea lunare, simbolo della pudicizia, della verginità, è anche dea della caccia, degli animali selvatici e dei campi coltivati. La luna influisce su molti fenomeni terrestri, sulla vita delle piante, degli animali e degli uomini. Questa credenza arrivò fino ai Greci. Probabilmente un’antica dea orientale che i Greci conobbero nella Ionia. Nonostante la sua aderenza alla luna non impedisce di avere diritto a sacrifici cruenti; è chiamata Trivia, come il suo astro, infatti è triplice: Selene, Artemide ed Ecate, luoghi e tempi diversi, sia nel mese lunare che nella vita delle donne, fanciulle, donne fertili e vecchie. Per questo la sua immagine è posta agli incroci di tre strade. Eppure è il bosco, il luogo primitivo e selvaggio dove la dea vive. Bella e solitaria, per alcuni è algida, per altri mostra tratti sessualmente ambigui, visto il suo vivere sola con le ninfe. A lei Ifigenia viene sacrificata, ma la dea la salva: probabilmente un indizio di antichi sacrifici umani che la Grecia, ormai civilizzata, riteneva arcaici e crudeli.

8,00

21 disponibili

COD: 124 Categorie: ,

Collana “Le Divinità” di Giuliana Borghesani.

Peso 0.150 kg
Dimensioni 21 × 14 × 0.60 cm
ISBN

Storia Antica

Pagine

Lingua

Autore

Copertina

Rilegatura

Anno di pubblicazione

Casa Editrice

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Artemide – Diana”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *