Demetra – Cerere

La dea madre, la più antica divinità, quella che sotto vari aspetti ritorna sempre, per lei gli uomini vivono. È la Terra, Gea, è l’agricoltura, è la Signora degli animali. Lei e la figlia, Kore, la giovane donna, sono sempre insieme, interscambiabili secondo il ritmo delle stagioni, come anche la leggenda del rapimento di Ade ricorda a tutti. Se Demetra piange, gli uomini e la natura piangono con lei, se ride, allora il mondo rifiorisce. Insieme sono il simbolo di vita e di morte, di nascita e di disfacimento, di sparizione e di resurrezione. Non a caso anche la luna, nel suo eterno alternanza di fasi, si ricollega alla dea; suoi attributi sono dunque le spighe dorate del grano, e i cesti ricolmi di frutti, il narciso e il papavero, simboli di fecondità, ma anche il serpente, antico simbolo ctonio, arcaico. È la dea dei Misteri, quelli eleusini, in particolare, è misteriosa come la vita stessa. E nelle campagne, dove la tradizione vive una vita florida, a lei erano dedicati porcellini in terracotta, secondo un’usanza che risale al Neolitico.

8,00

23 disponibili

COD: 130 Categorie: , Tag:

Collana “Le Divinità” di Giuliana Borghesani.

Peso 0.150 kg
Dimensioni 21 × 14 × 0.60 cm
ISBN

Storia Antica

Pagine

Lingua

Autore

Copertina

Rilegatura

Anno di pubblicazione

Casa Editrice

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Demetra – Cerere”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *